Tutti gli articoli di Valerio

Informazioni su Valerio

Milanese che sta cercando di smettere, dopo aver lasciato a trent'anni suonati la città dove è nato (nel 1967), cresciuto e si è laureato in Scienze Politiche, ha lavorato come diplomatico per quasi un decennio, per poi eleggere Firenze a luogo ideale per ospitare la sua attuale incarnazione. Diversamente pensante, rancoroso con stile, scellerato demistificatore, misogino ginecodipendente e cercatore di un senso che non c'è, nella vita ha una sola certezza: quella che forse morirà. Adora i gatti, il silenzio e la musica blues.

Il Bestiario Diplomatico – una prima recensione e le reazioni nel mondo

(se non partono da soli, è necessario attivare i sottotitoli)

Da “The New York Review of Books” dell’11 febbraio 2015

Dopo una lunga gestazione, ecco finalmente il “Bestiario Diplomatico”, una delle più importanti conquiste dell’umanità dopo la scoperta del fuoco, l’invenzione della ruota e la laurea del Trota presso la “Universiteti Kristal” di Tirana.

L’opera è destinata a mutare le sorti della letteratura contemporanea e a gettare nuovi, inquietanti interrogativi sul rapporto tra qualsiasi cosa e tutto il resto, tanto che – come dimostra questo inquietante documento – la sua portata rivoluzionaria ha già indotto le Centrali Mondiali del Bene ad affermare che la sua uscita ha diviso il mondo in due campi, riempiendolo di orrore da nord a sud, da est a ovest, con code a tratti fra Roncobilaccio e Barberino del Mugello.

E tu, che sai aspettando?”

Sesto senso